[grafico data] 3 maggio 1999
  Cinema e spettacolo 
[autoparlante] Ascolta brano in formato mp3 (5,5 kb)
[icona zip]
scarica versione zippata (5,0 kb)


Oscar a "La vita è bella"

La vita è bella ha stabilito un primato agli Oscar: è il primo Film Straniero a conquistare ben sette candidature. Erano più di quarant'anni che un italiano non riceveva l'Oscar per miglior protagonista e l’attore-regista Roberto Benigni ce l’ha fatta. Il film ha vinto anche due altri Oscar: miglior Film Straniero e migliore Colonna Sonora (musica di Nicola Piovani). Benigni passerà alla storia della cinematografia italiana, essendo il terzo attore a conquistare l’agognata statuetta per la miglior interpretazione solo dopo due grandi figure del cinema italiano: Anna Magnani nel 1955 per il film La rosa tatuata, e Sophia Loren nel 1961 per La ciociara. La vita è bella ha riscosso gran successo e Benigni, con i suoi gesti comici e commoventi parole poetiche, ha guadagnato la simpatia del pubblico nordamericano.

Certo non tutti apprezzano l’umorismo di Benigni, rinomato ormai per quelle sue imprevedibili battute a valanga che spesso mettono a disagio i presentatori che si accingono a intervistarlo durante una trasmissione. Quel suo entusiasmo e quella sua natura esplosiva, ci comunicano chiaramente la sua "gioia di vivere". Accettando il terzo Oscar, commosso Benigni ringrazia suo padre per avergli dato "il dono della povertà", che d'altro canto costituisce il motivo classico e la forza motrice della sua arte.

La vita è bella, un film di felicità e tristezza, è un tipico esempio dell'arte tragicomica. Infatti, Benigni ci dipinge un episodio travagliato della storia umana (l’olocausto), ma velato di pennellate di poeticità fiabesca. Trattato in tal modo, il vero messaggio del film può essere recepito e compreso a diversi livelli e in più chiavi. L'arte cinematografica di Roberto Benigni ci rammenta che la vita ha sempre del magico ed è importante che i bambini, ma non soltanto loro, continuino a credere nella magia e nei sogni perché in fondo "la vita è bella".


[vocabolarietto]
(essere, trovarsi) a disagio: (to be/feel) uneasy

accingersi: to set about, to be on the point of

agognato: coveted, longed for, sought after

apprezzare: to appreciate

battute a valanga: jokes on a roll

colonna sonora: soundtrack, motion picture music

commosso: moved, touched

dipingere (fig.): to depict, to portray

farcela (idiom. expres.): to make it

fiabesco: fairy-tale like

film straniero: foreign film

forza motrice: guiding force

imprevedibile: unpredictable

pennellata (also fig.): brushstroke

primato: record

rammentare: to remind

regista (n. m./f. sing., cin.): director

rinomato: famous

trasmissione (n. f. sing.): television program

travagliato: difficult, troubled, afflicted

 

[Pensaci...]

Sofia Loren, prima di presentare l'Oscar a Benigni, commenta:

"Quello che mi rende orgogliosa di presentarvelo [il film] è il fatto che è stato creato da un caro amico italiano, Roberto Benigni, che ha scritto, diretto e partecipato in qualità di protagonista al film e chiama a raccolta le risorse più nobili dell'animo umano. Un film che ha il coraggio di comunicare le sensazioni più profonde attraverso una commedia, facendoci ridere, mentre il nostro cuore piange".

Copyright © 1998-99 CHASS (Computing in the Humanities and Social Sciences), University of Toronto