[grafico data]23 novembre 1998
 Cultura e spettacolo
[autoparlante]Ascolta brano in formato mp3 (7,1 kb)
[icona zip]
scarica versione zippata (5,8)


"Così ridevano" di Gianni Amelio

Vincitore del Leone d'oro a Venezia nel 1998, l'ultimo film di Gianni Amelio s'intitola Così ridevano e tratta l'esperienza degli emigranti italiani che dal Sud si spostarono al Nord tra gli anni '50 e i primi anni '60. La realtà affrontata dai meridionali in una Torino per lo più ostile viene presentata anche attraverso il ricorso ad alcuni dialetti del Sud: il siciliano, il campano, e il calabrese. I protagonisti principali del film parlano il catanese, ma per chi non conosce né parla quel dialetto siciliano, l'intero dialogo del film pone non poche difficoltà, e lo fa di proposito.

Queste "difficoltà" di lingua e di comunicazione sono fondamentali proprio perché impone allo spettatore che non capisce i vari dialetti una barriera linguistica simile a quella vissuta dall'emigrante giunto dal Sud in quegli anni a Torino. In effetti, coloro che parlavano solo il dialetto, avevano più problemi a inserirsi in ambito lavorativo e spesso ci riuscivano solo con l'aiuto di parenti o di amici che si erano in qualche modo già inseriti.

In Così ridevano, Amelio ha creato un'immagine reale della situazione linguistica e della condizione dell'emigrante negli anni del boom economico in Italia e la ha ulteriormente sottolineata aggiungendo sequenze di cui sono protagonisti, sempre a Torino, emigranti albanesi dei nostri giorni. Nei visi degli albanesi si può cogliere un chiaro riflesso di quella che doveva essere l'espressione dei meridionali negli anni '50 e '60.


[vocabolarietto]

ambito: environment, area, sphere

campano
(adj. n. sing.): of the region of Campania (on the south west side of Italy)
(Not to be confused with the noun campana which means "a bell".)

catanese (adj. m./f. sing.): of the city of Catania (in Sicily, most southern region of the Italian peninsula)

emigrante (n. m./f. sing.): emigrant
(Cfr. immigrante)

immigrante (n. m./f. sing.):  immigrant
(Cfr. emigrante)

Leone d'oro: name of the first prize given to best film at the annual film festival in Venice
(The lion has always held a special place in Venetian history and culture: the "Leone Alato" [The Winged Lion] is the symbol of Venice and  is very much present in the city's iconography and architecture. Initially, the patron saint of Venice was the Greek saint, St. Theodore [S. Teodoro]. Afterwards, freed from Byzantine rule and part of the Holy Roman Catholic [XII cen.], the Repubblica di Venezia adopted St. Mark [S. Marco] as its patron saint and his symbol, il Leone Alato, became the symbol itself of Venice par excellence. The leone is a symbol of strength and of spiritual and political independence from Byzance.)

meridionale (adj. m./f. sing.): southern (Italian)

parente (n. m./f. sing.): relative
(N.B. "Parente" and "parent" are false cognates: in Italian, "parente" means relative; while the English "parent" in Italian is genitore.)

viso: face


[Pensaci...]

Hai mai pensato alla condizione dell'emigrante/immigrante?


Copyright © 1998 CHASS (Computing in the Humanities and Social Sciences), University of Toronto