[grafico data]20 dicembre 1999
 Gastronomia e cultura
[autoparlante]Ascolta brano in formato mp3 (3,7 kb)
[icona zip]
scarica versione zippata (3,3 kb)


Di che pasta sei?
Consigli e trucchi per una cottura perfetta
(Parte seconda)


Per far sì che un piatto di pasta riesca a perfezione, occhio alla cottura! Per ottenere il meglio dalla pasta, attenzione soprattutto a come la si cuoce. Ecco alcuni consigli:

  • per una perfetta cottura, cuocere la pasta in abbondante acqua bollente in modo che non si ammassi o s’incolli: si raccomanda almeno un litro d’acqua (in una pentola alta) per ogni 100 g di pasta. La pentola va tenuta su fuoco vivo.
  • l’acqua non va mai salata fredda per evitare che il sale si calcifichi (poiché la naturale decomposizione chimica del sale avviene solo col calore). Quando l’acqua è in ebollizione, salarla con 10 g circa di sale per ogni litro d’acqua.
  • per accentuare il gusto naturale della pasta, si può aggiungere un peperoncino all’acqua di cottura.
  • aggiungere la pasta poco per volta (facendo attenzione a non scottarsi con l’acqua che schizza) e mescolare con un cucchiaio di legno ogni tanto. Una volta buttata la pasta, abbassare il fuoco.
  • sebbene il tempo di cottura vari secondo la qualità e i diversi tipi di pasta, tener conto del minutaggio indicato sulla confezione.
  • soprattutto per i tagli lunghi, è consigliabile aggiungere un cucchiaio d'olio extravergine d'oliva.
  • la pasta va scolata quando è "al dente", cioè che ha ancora una gradevole consistenza e non è quindi scotta (la pasta scotta è un peccato mortale nella cucina italiana!). La pasta "al dente" è più saporita e più digeribile.
  • una pasta perfetta deve presentarsi senza rotture, poco collosa, non deve ammassarsi e deve offrire una certa resistenza alla masticazione.

La pasta, alimento estremamente versatile, si combina benissimo con verdura, formaggio, carne, pesce, ecc. Tuttavia, è bene ricordare che i condimenti vanno abbinati correttamente ai diversi formati e tipi di pasta, e che la pasta non va affogata dai vari condimenti.

Non mancatevi, tra i prossimi numeri del Gazzettino, l’ultima parte di "Di che pasta sei?" "Cosa bolle in pentola!".


[vocabolarietto]

al dente (cook.): pasta that is "to the bite", slightly underdone and firm to the touch/taste

abbinato (past part. v. "abbinare", cook.): paired, accompanied, complemented

acqua bollente: boiling water

acqua di cottura: cooking water

affogato (past part. v. "affogare"): drowned, overpowered

buttare (giù) la pasta (cook.): moment in which pasta is lowered or thrown into pot of boiling water

calcificarsi: to calcify

colloso: sticky

combinare (cook.): to pair

confezione (n. f. sing.): package, wrapping

consiglio: piece of advice, suggestion

cosa bolle in pentola (idiom. expres.): (fig.) what's brewing; (lit.) what's cooking in the pot (both meanings in text)

cottura: cooking, baking

digeribile (adj. m./f. sing.): digestible

fuoco vivo: high heat

incollarsi: to stick, to become stuck together

masticazione (n. f. sing.): mastication (chewing)

mescolare: to mix; to stir

minutaggio (also cottura, cook.): recommended cooking time

occhio a...! (idiom. expres.): watch (out for). . .!

pasta scotta: overcooked, overdone pasta

peccato mortale: mortal sin

peperoncino (rosso): chili pepper (of capsicum family)

riuscire a perfezione (idiom. expres.): to turn out perfectly

rottura: crack, break

salare: to salt

saporito: savoury, tasty

schizzare: to splash, to squirt

scolato (past part. v. "scolare"): drained (using a collander)

scottarsi: to burn oneself, to get burned

tempo di cottura (also minutaggio, cook.): cooking time

tener(e) conto: to mind, to pay attention to

trucco: trick


[Pensaci...]

"Dimmi ciò che mangi e ti dirò chi sei." - Brillat-Savarin


Copyright © 1998-99 CHASS (Computing in the Humanities and Social Sciences), University of Toronto