[grafico data] 1 marzo 1999
  Società e cultura 
[autoparlante] Ascolta brano in formato mp3 (5,5 kb)
[icona zip]
scarica versione zippata (5,0 kb)


L'immaginario e l'importanza dell'invisibile

"L'Epifania tutte le feste porta via". Per molti è proprio così: il lungo periodo festivo di Natale e di Capodanno termina e si ritorna alla normalità del dovere. Ma sebbene si dia l'addio alle "festività", cosa perdura, se non il significato della poesia? In questo numero, rivolgendo lo sguardo a due figure popolari, Babbo Natale e la Befana, che attraverso gli anni hanno conquistato la simpatia dei bambini, Il Gazzettino invita i suoi lettori a riflettere sull'importanza dell'immaginario.

Nelle credenze popolari italiane, le figure dominanti sono appunto Babbo Natale e la Befana. Una recente statistica fatta nelle scuole materne ed elementari a Milano, Firenze, Roma e Napoli, dimostra che ai bambini tra i 3 e gli 8 anni piace più Babbo Natale che la Befana. Comunque, aldilà dei pro e contro relativi alle due figure fantastiche, l'aspetto più interessante è che i bambini continuano a credere in un mondo fiabesco che alimenta la loro fantasia.

Certamente, c'è chi pensa invece che sia meglio spiegare ai bambini (ancor prima che incomincino a crederci) che tale figure da favola non esistono e non sono mai esistite per evitare l'eventuale difficoltà "traumatizzante" che molti bambini potrebbero subire scoprendo la verità in un secondo tempo. Dunque, perché far vivere una menzogna, non è mica la verità?

Ma quale verità? Che la vita è una dura lotta? che è un paradosso? che è meglio vivere senza poesia dall'inizio perché la delusione sia meno grave dopo? Ma chi dice che la poesia di belle menzogne debba necessariamente finire con l'infanzia? Se si vuole ridurre sempre di più l'esistenza umana svuotandola del suo contenuto dal cosiddetto immaginario in modo che sia più facile, allora non si è capito il valore fondamentale di menzogne come Babbo Natale e la Befana: "l'essenziale è invisibile agli occhi. Gli uomini hanno dimenticato questa verità" scrive Saint Exupéry nel Piccolo Principe.


[vocabolarietto]

aldilà: beyond

alimentare: to feed, to nourish, to keep alive (here used fig.)

avere un cuore di bambino/ragazzo (idiom. expres., pop.): to be a kid at heart

Babbo Natale: Santa Claus (literally, "Father Christmas")

Befana: benevolent witch that enters children's homes on the night of January 6th, leaving treats for the well-behaved children and charcoal for the misbehaved
(v. Epifania)

Capodanno: New Year

cosiddetto: so-called

dare l'addio: to bid farewell/adieu

dovere: duty, work, responsibility

Epifania tutte le feste porta via (prov.): the Twelveth Night ends the festive period
(Epifania è una parola di origine greca che significa "manifestazione o apparizione" detta di una divinità, cioè la manifestazione di Cristo in forma umana e visibile ai Re Magi.
In Italia, l'Epifania ovvero "la Befana" è molto festeggiata, soprattutto dai bambini. La leggenda della befana racconta che questo personaggio fantastico, dall'aspetto di vecchia benevola, nella notte dell'Epifania scende per la cappa del camino a portare ai bambini bravi dei doni e a quelli cattivi dei carboni. Per estensione, il regalo stesso ricevuto dalla Befana si chiama "la befana", es., "Che bella befana che ho ricevuto quest'anno: un orsacchiotto!".
Ecco la comune filastrocca della Befana:

La Befana,
vien di notte,
con le scarpe tutte rotte e il vestito alla romana,
viva, viva la Befana!

In Italia, l'Epifania è un giorno di festa quanto Natale.)

fiabesco: fairy-tale-like

immaginario: imagination, imaginary

menzogna: lie, falsehood

perdurare: to persist, to continue to go on, to last

Piccolo Principe, Il: The Little Prince, a well- known children's book written by Antoine De Saint Exupéry
(Le Petit Prince è un libricino originalmente scritto in francese, ma tradotto in moltissime lingue. L'opera celebra l'essenzialità dell'infanzia: l'immaginazione. L'autore invita il lettore ad "avere un cuore di bambino" [to be a kid at heart] e a ritornare alla bellezza e alla poeticità delle favole e della fantasia.)

poesia: poem; poetry, dream, imagination, fancy (meaning in text)

pro e contro
(n. m. pl.): pros and cons

scuola materna: kindergarten

simpatìa: liking, fondness

subire: to undergo, to suffer, to endure

svuotare: to empty (out); (fig.) to deprive or to empty of meaning

 

[Pensaci...]

La fantasia, l'immaginario, quale ruolo svolgono nella tua vita?


Copyright © 1998-99 CHASS (Computing in the Humanities and Social Sciences), University of Toronto