[grafico data]14 settembre 1998
 Sport e cultura
[autoparlante]Ascolta brano in formato mp3 (7,1 kb)
[icona zip]
scarica versione zippata (5,8)


Il tifo calcistico: che senso ha?

Undici giocatori contro undici, un pallone di cuoio, due porte, novanta minuti di gioco... lo scopo è quello di scaraventare il pallone nella porta avversaria per fare "gol". Chi alla fine dei novanta minuti ha più reti vince la partita. Detto così, il gioco del calcio risulterebbe appiattito e perfino assurdo, ma la verità è che c'è una vera passione, non solo per i giocatori che lottano per il pallone di cuoio, ma anche per i tifosi, soprattutto gli italiani, che si fanno invadere da emozioni che spesso li trascinano al limite della follia. Ma qual è il significato del tifare?

Il tifo calcistico si potrebbe considerare quasi una forma di "religione". Infatti, il vero tifoso non solo segue le partite disputate ogni domenica, ma durante la settimana la sua devozione continua mentre passo passo segue le vicende del mondo calcistico su giornali, tv e radio. In aggiunta, a parte le baruffe, il calcio sembra avere una funzione egualitaria sociale, in quanto offre a tutti gli strati della società un argomento che in qualche modo li unisce: dottore, avvocato, muratore, tassista... tutti possono, bene o male, parlare di calcio.

Inoltre, se si osserva il gioco del calcio da vicino, viene fuori che, oltre a essere un attività agonistica, è anche una riscoperta del corpo. Nel calcio, siccome è proibito usare le mani, si ha a disposizione tutto il resto del corpo: la testa, il petto, le gambe, i piedi. I piedi, che di solito si usano solo per camminare, diventano strumenti incredibili nel calcio —basta pensare a giocatori come Pelè o Maradona.

Il tifo calcistico è dunque una dolce estasi! Sin dagli antichi greci, i filosofi hanno sempre parlato di quella voglia d'abbandono provvisorio del razionale. Si pensi al vino, al fumo o ad altri eccitanti che conducono gli esseri umani a uno stato d'ebbrezza che risulta in un distacco dal razionale. Infatti, sostengono gli psicologi che gli esseri sensibili richiedono frequenti sfoghi salutari. Il calcio pare che sia un modo di interrompere la routine di tutti i giorni e per lasciarsi andare nell'infinito dell'irrazionale.


[vocabolarietto]

agonistico: athletic, agonistic

appiattito
(adj.): flat, levelled

baruffa: scuffle, brawl, quarrel

condurre: to bring (about), to lead to

disputato (adj., past part. v. disputare): disputed
(It is usually employed by sports announcers and journalists to mean "to play [a game]".)

distacco: detachment
(In the text, it refers to a psychological detachment, a "zoning" or "phasing out" as a result of excessive behaviour.)

eccitante (n. m. sing.): excitant, stimulant, upper
(N.B. "Eccitante" can also be an adjective (m./f. sing.) to mean "stimulating, exciting".)

estasi (n. f. sing./pl.): extasy

farsi invadere (idiom. expres.): to let/allow oneself become overwhelmed with/by something

follia (also pazzia): madness, lunacy; foolishness, folly

funzione egualitaria: egalitarian function

giocatore (n. m. sing): player

gol: goal (assimilated from the English word "goal")
(v. porta, rete)  

lottare: to fight, to battle, to struggle (with, against)

pallone di cuoio: leather (or hide) soccer ball

passo passo (idiom. expres.): step by step

porta: net or goal in soccer
(v. gol, rete)

provvisorio (adj.): temporary, provisional

rete (n. f. sing.): "net" and is also a synonym for "goal", as in "point scored"
(v. gol, porta)

scaraventare: to fling, to hurl, to throw

sfogo salutare: healthy outburst or release of tension buildup

stato di ebbrezza: inebriated state

strato della società: layer of society, referring to the different social classes

tifo calcistico: (wild) enthusiasm for soccer (or american football)
(N.B. fare il tifo [per qualcuno] = to be a fan)

tifoso: enthusiast, lover, fan(atic)
(E.g. "un tifoso di calcio" = a soccer [or american football] fan.)

trascinare: to drag (along)

vicenda: event, happening

 

[Pensaci...]

Sostiene un vecchio proverbio italiano "il troppo stroppia; l'assai basta e il troppo guasta"!


Copyright © 1998 CHASS (Computing in the Humanities and Social Sciences), University of Toronto