[grafico data]  11 ottobre 1999
  Attualità e storia 
[autoparlante] Ascolta brano in formato mp3 (4,1 kb)
[icona zip]
scarica versione zippata (3,7)


Riaperto il dossier Nerone

Lucius Domitius Claudius Nero, alias Nerone, alla fin fine non doveva essere così cattivo come ci hanno fatto credere per tanto tempo. Dopo 20 anni di chiusura per ricerche e restauri, la riapertura di una piccola parte di quel che resta della sua famosa residenza, la domus aurea, sembra infatti aver avviato in Italia una sua almeno parziale riabilitazione.

Chiarito che fu Agrippina (sua madre) ha ordire gli intrighi necessari affinché nel 54, ad appena 17 anni di età, Nerone venisse proclamato imperatore dalla guardia pretoriana, lui resta comunque accusato di tutto: di aver dato fuoco a Roma nel 64; di aver ucciso sua madre Agrippina anche per fare piacere, si dice, alla sua seconda e dissoluta moglie Poppea; di aver dato i cristiani in pasto ai leoni nei ludi al Colosseo; di essere succube del capo dei pretoriani Tigillino e di Petronio; di aver rubato e sperperato; di essere un presuntuoso e cattivo poeta... Con la riapertura della domus aurea più di uno storico, più di un libro e più di un indizio sembrano però oggi portare a una diversa valutazione del personaggio. Pesantemente accusato da una storiografia cristiana che aveva visto in lui solo un persecutore, 1931 anni dopo la sua morte Nerone appare oggi come uno dei pochi imperatori romani non esclusivamente dediti alle guerre, anzi raffinato collezionista di opere d’arte e cultore —per quanto stravagante— del bello.

D’altronde, il suo precettore e consigliere, niente poco di meno che Seneca, lo aveva quasi plagiato nell’attribuirgli un’aurea di divinità. Si sa che Seneca invitava Nerone a mostrarsi in pubblico perché "essendo come il sole", diceva Seneca, non poteva e non doveva sottrarsi alla vista delle masse. Delle 150 stanze di cui si compone la parte nota della domus aurea, che doveva (secondo il progetto originario) estendersi su 3 o 4 colli (Palatino, Celio, Oppio ed Esquilino) per ben 80 ettari, sono oggi visitabili solo 32 stanza lungo un percorso di 220 m. aperto al pubblico di recente. Tra affreschi, particolari architettonici, stanza ottagonale e sala della volta dorata, pur essendo relativamente poco quel ch’è accessibile notevole è l’impressione di grandiosità che si prova. Un’impressione che sembra quasi un’ulteriore elemento a favore di una riabilitazione almeno parziale di Nerone, svillaneggiato da secoli e secoli di storia è forse oggi finalmente meritevole di un’occhiata più benevola.


[vocabolarietto]

a favore di: in favour of

affresco (art): fresco

aperto al pubblico: open to the public

architettonico (arch.): architectural

attribuire: to attribute, to ascribe

aureo: golden
(v. dorato)

benevolo: benevolent

cattivo
: bad

colle (n. m. sing.): hill

collezionista (n. m./f. sing.): collector

cultore (n. m. sing.): connoisseur

d’altronde: besides; on the other hand

dare i cristiani in pasto ai leoni: to feed the Christians to the lions

dedito: devoted, dedicated

dissoluto: loose

domus aurea: letteralmente "casa d’oro" o "dorata"

dorato: golden
(v. aureo)

essere succube a: to be a slave to/dominated by

grandiosità: grandeur

guardia pretoriana: Pretorian guard
(La guardia pretoriana era un soldato-guardia del corpo degli imperatori romani.)

indizio: clue, indication

intrigo
: machination

ludo: game

lungo: along

masse (n. f. pl.): masses

meritevole
: deserving, worthy

Nerone: imperatore romano nato nel 37 d.C. ad Anzio (sul mare, un poco più a sud di Roma, proprio lì dove gli americano sbarcarono nella seconda guerra mondiale).
Figlio di Domizio Enobarbo e di Agrippina la giovane, Nerone era in pratica (per parte di madre) nipote di Caligola, famoso per aver fatto senatore il suo cavallo. Nerone si fece uccidere, a quanto pare, all’età di 31 anni da un suo liberto, dopo una presunta crisi depressiva determinata dall’essere stato deposto e considerato nemico pubblico. Secondo recenti esperti di storiografia romana, appare molto improbabile che fu lui il responsabile dell’incendio di Roma del 64, visto che il primo a rimetterci gravemente fu lui stesso nella sua domus transitoria (nucleo pre-esitentente alla domus aurea) andò distrutta un’inestimabile collezione di opere d’arte.
v. Marisa Ranieri Panetta, Nerone il principe rosso (Milano: Mondadori, 1999).

niente poco di meno che (idiom. expres.): none other than

notevole: remarkable, notable, considerable

occhiata: look, glance

ottagonale (adj. m./f. sing.): octagonal

ordire
: to plot

percorso: distance, path

personaggio: figure, character

pesantemente
: heavily

plagiare
: to exert undo influence over; to plagiarize

precettore (n. m. sing.): preceptor, tutor

presuntuoso
: conceited

provare: to feel

restauro: restoration

riapertura: re-opening

rubare: to steal

sala: large room, hall

secolo: century

sottrarsi a: to escape

sperperare: to waste

stanza: room

stravagante (adj. m./f. sing.): extravagant

svillaneggiare: to abuse, to defame

ulteriore
: further

valutazione
(n. f. sing.): evaluation

volta: ceiling

 

[Pensaci...]

"Per capire la storia non basta sapere come stanno le cose, ma come sono giunte a stare così." -F. Boas


Copyright © 1998-99 CHASS (Computing in the Humanities and Social Sciences), University of Toronto